Landolfiana, 45 monotipie di Iker Spozio

 

All’attenzione degli appassionati di Landolfi e dei sostenitori del suo Centro Studi, si offrono in visione 15 delle 45 monotipie realizzate dall’artista italo-basco Iker Spozio in omaggio al grande scrittore di Pico, più un ritratto di Landolfi eseguito dallo stesso Spozio a carboncino. 

 
 

Iker Spozio nasce a Luino, sul Lago Maggiore, nel 1972 e trascorre l’infanzia a Musadino, nella casa avita  – una casa non troppo dissimile da quella tante volte descritta da Landolfi nei suoi scritti.
Dopo aver terminato gli studi universitari a Milano, si trasferisce prima a Parigi e poi a San Sebastián, Spagna, dedicandosi all’attività di pittore, d’incisore e d’illustratore.
Appassionato di musica e di letteratura, collabora attivamente con case editrici e discografiche, quali da un lato Penguin, Laurence King, Taschen, dall’altro Deutsche Grammophon, Fat Cat e Thrill Jockey.
In parallelo alla sua attività professionale, Spozio si è dedicato a progetti personali, all’interno dei quali ha collocato le proprie sperimentazioni. A questa categoria di lavori appartengono le sue versioni illustrate dell’Odissea, del Maestro e Margherita (poi esposta al Museo Bulgakov di Mosca) e, recentemente, di una selezione di opere di Tommaso Landolfi.

La Landolfiana è costituita da una serie di 45 monotipie, realizzate nell’inverno 2014/2015, ed è il risultato di un lungo processo di ricerca estetica, costellato di “false partenze” e di ripensamenti. L’obiettivo dell’opera era quello di trovare una cifra grafica capace di tradurre in immagini la scrittura landolfiana, rispettandone la natura e senza cadere nella trappola di un banale e arido descrittivismo.
In alcune delle illustrazioni, l’autore è ricorso ad alcuni elementi di matematica e di combinazione aleatoria, cercando in questo modo di far proprio lo spirito del Landolfi giocatore e appassionato indagatore dei concetti di probabilità, di fortuna e di destino.
Con questo lavoro, infine, Iker Spozio si è proposto di tributare il proprio personale omaggio alla memoria e all’opera del grande scrittore di Pico, saldando in minima parte un “debito di riconoscenza” da lungo tempo contratto con il medesimo.

 

 

[nggallery id=3]

 
 

Per ulteriori informazioni su Iker Spozio e sulle sue opere:

http://www.ikerspozio.net/

https://www.facebook.com/iker.spozio?fref=ts